19
Lug
08

Il sito ottimizzato per iPhone? E che me ne faccio?

I quotidiani italiani stanno facendo a gara nel realizzare siti ottimizzati per l’iPhone: grazie ragazzi, ma chissenefrega?

C’è un errore davvero, molto generosi, ma l’iPhone è pensato per navigare i vostri siti online così come sono.

Forse è stata fatta confusione tra le applicazioni create per i social network e per i servizi…

I siti d’informazione che hanno capito cos’è l’iPhone sviluppano applicazioni


6 Responses to “Il sito ottimizzato per iPhone? E che me ne faccio?”


  1. 1 fucus
    22 luglio, 2008 alle 5:42 pm

    beh, visto che per adesso le tariffe sono a consumo….ben vengano i siti ottimizzati…mica escono dal deretano i soldi!

  2. 2 0punto2
    22 luglio, 2008 alle 7:34 pm

    Ah Ah, no non mi risulta ancora che si possano sfornare da quell’orifizio. Guarda, sul fatto delle tariffe non posso certo darti torto, ed è un caso tutto italiano. Personalmente aggiro il problema utilizzando una scheda dati a tempo della Vodafone (100 ore) quando non sono in Wireless. Avere l’iPhone e poi non poter utilizzare Internet nella sua “vera” versione è come piazzare il motore di una 500 su di un Ferrari. In ogni caso spero vivamente che il cartello italiano proceda al più presto a proporre traffico illimitato e potremo dimenticarci tranquillamente di questi minisiti.

  3. 23 luglio, 2008 alle 5:56 pm

    I siti web ridisegnati per iphone sono il futuro del web…
    è logico che vengano ridisegnati per essere adattati a schermo e navigazione totalmente diversi… a prescindere dalle tariffe… vedrai.. ti ricrederai..

  4. 4 0punto2
    23 luglio, 2008 alle 6:22 pm

    E’ indubbio che lo sviluppo web dovrà tenere conto dell’evoluzione mobile, ma sono convinto che sia un errore creare due internet paralleli, quando i siti facendo delle parziali modifiche risultano facilmente navigabili anche da dispositivi come l’iPhone. Ribadisco che per creare contenuti dedicati all’iPhone la strada corretta a mio parere sono le applicazioni.

  5. 23 luglio, 2008 alle 6:30 pm

    Penso che le applicazioni siano la cosa più interessante per l’iphone, tuttavia non sò se ne installarei una per ogni testata giornalistica online che leggo.. forse mi darebbe fastidio avere la home dell’iphone piena di iconcine…

    secondo me non è un errore creare due siti paralleli.. anzi è la strada giusta da seguire…se non l’unica.. vedi repubblica.it… la versione per iphone è spettacolare… molto migliore di quella comune.

  6. 6 0punto2
    23 luglio, 2008 alle 6:49 pm

    Rispetto quanto dici e concordo sul fatto che repubblica.it abbia fatto comunque un ottimo lavoro, dal suo punto di vista: ma ci sono tanti altri contenuti del quotidiano online che mi interessano e che non trovo nella versione “light”. Contenuti che sono peraltro fruibili con la versione mobile di Safari, quindi a mio avviso è un errore di concetto regredire il contenuto a scapito di una tecnologia che ne permette invece pienamente la fruizione (o perlomeno che richiede degli accorgimenti, non certo degli stravolgimenti)

    Altra cosa sono le evoluzioni della proposta web, come quella del NY Times che segnalo nel mio post e che sono un valore aggiunto.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: